Cerca nel blog

mercoledì 11 gennaio 2017

Referendum sul Jobs Act: inammissibile il quesito più rilevante

Il referendum sul Jobs Act, rivolto a ridurre i limiti portati all'art. 18 st.lav.: se la relatrice Silvana Sciarra, competente e seria, era favorevole all'ammissibilità, c'è stata una netta opposizione che credo abbia poco di tecnicamente plausibile, ma vedremo la motivazione della Corte costituzionale. Certo è che l'art. 75 cost. non giustifica strette (creative) ad eventuali quesiti "manipolativi", creativi, niente impone che con l'abrogazione torni il regime precedente. Parte della giurisprudenza ostituzionale stava stringendo troppo, a detta do molti, e forse leggeremo giustificazioni in questo ordine di idee che strozza uno strumento di democrazia diretta, invece di dargli il respiro che la costituzione suggerisce. Ovvero: la reintegra nel posto di lavoro è istituto già esistente (pr quel che ne resta) nell'ordinamento. Un quesito che ne avesse abrogato dei limiti non è surrettiziamente creativo (fintamente abrogativo), o manipolativo.